incontri con gli autori

Alessandro Grande

regista e sceneggiatore cinematografico

Dottore Magistrale in Storia, Scienze e Tecniche dello Spettacolo, si specializza in regia cinematografica e frequenta diversi seminari e stage tra i quali quello diretto da Aurelio Grimaldi in “Regia e sceneggiatura cinematografica”. È stato docente stage biennio 2015/16 in regia e sceneggiatura cinematografica per gli stage FEDIC (Federazione italiana Cineclub). Molto attivo nel campo del cortometraggio, sia come produttore che come regista e sceneggiatore, ha vinto il Premio Speciale Alice al "David di Donatello" con il corto spot dal titolo “Pena. Esclusione di vita”, opponendosi alla pena di morte. È entrato nella cinquina finalista dei 69° "Nastri d’argento" con il suo ultimo cortometraggio “Margerita”.

Ha raggiunto la notorietà nel circuito dei cortometraggi nel 2010 con “In my prison”, presentato come unico lavoro breve al Roma Fiction Fest (2010) e ottenendo in seguito oltre 100 selezioni ufficiali in tutto il Mondo e oltre 40 riconoscimenti.

Fausto Romano

regista, attore e sceneggiatore cinematografico

Diplomato in recitazione presso l'Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” a Roma, nel novembre 2011 è vincitore del Premio SIAE con lo spettacolo “Andare a Teatro” di K. Valentine e premiato a Roma da Andrea Camilleri.

È protagonista della trasmissione Rai “Guardami” sui nuovi talenti italiani.
In teatro lavora nelle commedie “Rumori fuori scena” e “La pulce nell’orecchio”, prodotte dal Teatro della Gioventù di Genova; e nel musical sul tenore Tito Schipa.
Fonda la “FAUST cinema-teatro-scrittura” con la quale produce diversi suoi lavori, tra cui il cortometraggio “Cratta” - coprodotto da Apulia Film Commission – e vincitore di numerosi premi, tra cui il Premio Fellini e il Premio Dino De Laurentiis.
È autore di due romanzi: “Grazie per aver viaggiato con noi” (Lupo Editore) e "Anche i pesci hanno il mal di mare" (Alter Ego Edizioni).
Docente in diversi laboratori creativi, collabora col regista Emanuele Crialese.
È vincitore del bando MigrArti del MiBact con il cortometraggio “La Giraffa senza gamba”, da lui scritto e diretto, presentato alla 74 Mostra del Cinema di Venezia.

Rosario Bizzarro

regista e sceneggiatore cinematografico

Si forma come musicista studiando batteria e fondando una band stoner (Ahiphema) durante gli anni dell'adolescenza. Da sempre appassionato di cinema e scrittura, inizia a studiare presso le scuole di cinema napoletane (Pigrecoemme, Asci), frequentando corsi di regia e sceneggiatura.
Supermènn è la sua opera prima.

Riccardo Di Gerlando

regista e sceneggiatore cinematografico

Dopo gli studi classici, si diploma in Regia cinematografica allo sdac di Genova a pieni voti. Si laurea al Dams di Imperia con una tesi sulla disabilità nel cinema e si specializza in video arte terapia. Dal 2009 lavora come animatore sociale presso il centro diurno “Anffas Onlus Sanremo”. Ha realizzato numerosissimi cortometraggi con attori diversamente abili (“33 giri”, “L'amore incompreso”, “Franka Stain”, “Controcorrente”, “Pinnocchio”, “A regola d'arte”, “Perfection”), ottenendo oltre cento selezioni e moltissimi premi a livello internazionale. Nel 2017 gli viene conferito dalla città di Sanremo il Premio alla cultura. È presidente dell'Associazione Culturale Sanremo Cinema e ha da poco fondato una delegazione della scuola di cinema Zuccherarte nel ponente ligure.

Emanuela Ponzano

regista, attrice e sceneggiatrice cinematografica

Nata a Bruxelles in Belgio e di Nazionalità Italiana, vive e lavora tra Roma e Parigi. Diplomata in Scienze Politiche all’Università libera di Bruxelles e in Arte Drammatica all’Accademia Nazionale di Liègi in Belgio (diretta da Jacques Delcuvellerie, maestro Ecoles des Maitres), nell’ambito cinematografico lavora con John Irvin, Philippe Garrel, Maurizio Zaccaro, Giulio Base, René Manzor e studia con i fratelli Dardenne, Phiippe Blasband, Frédérique Fonteyne e il metodo Strasberg a Roma con Mickael Margotta e Joseph Ragno, docenti dell’ Actor’s Studio, Vincenzo Attingenti e Susan Batson. Nel 2006 è finalista del Premio teatrale belga per la regia “Jacques Huisman”, con lo spettacolo “Sogno (ma forse no)” di Luigi Pirandello ed è testimonial in Italia della Campagna nazionale “Contro la violenza alle donne”. Nel 2008 ottiene il Premio Nazionale artistico italiano “Filomena Carrara” in Abruzzo per il suo percorso artistico e lo spettacolo “La Più Forte”, di A. Strindberg – omaggio a Ingmar Bergman -, andato in scena al teatro Ambra Jovinelli di Roma lo stesso anno. Nel 2008 sempre realizza due cortometraggi: Bagnasciuga e Riflessi. Quest'ultimo, nel 2010, vince tre premi nazionali, tra cui la Menzione Speciale all’ I‘ VE SEEN FILMS IFF 2010 di Rutger Hauer, a Milano. Sempre nel 2010 codirige e coproduce da KAOS con Esperimentocinema, Reminder, spot promo per Save the children, con Enrico Lo Verso. Nel 2013 è in concorso come attrice alla 70° Mostra del Cinema di Venezia con il film di Philippe Garrel “La Jalousie”, con Louis Garrel e Anna Mouglalis. La Slitta, nel 2016, è il suo secondo cortometraggio di finzione. Selezionato ai Nastri d’Argento 2016 e in più di 110 Festival Internazionali, con oltre 40 Premi vinti. Nel 2017 il cortometraggio si qualifica per gli Oscar 2018. Ultimamente Emanuela ha vinto il "Premio Nazionale Vincenzo Crocitti 2017" come attrice internazionale ed elabora la sceneggiatura del suo primo lungometraggio.